Table of contents

Come trovare articoli da vendere online

Vuoi aprire un negozio online? Vendere online può essere un modo per avviare la tua attività guadagnando. Il settore e-commerce sta assistendo a una rapida crescita economica e si prevede che entro il 2040 ingloberà il 95% di tutte le transazioni effettuate. Attualmente rappresenta circa il 14-18% delle vendite globali al dettaglio.

Per entrare nel mondo dell'e-commerce, la prima cosa di cui hai bisogno sono articoli da mettere in vendita. La vendita online di articoli è la vera essenza dell'e-commerce. Sapere che cosa vendere con la tua nuova attività equivale a metà del lavoro iniziale. Dove puoi iniziare a trovare articoli da vendere?

Quali sono i tipi di articoli che vengono venduti online?

Prima di optare per una determinata categoria da proporre ai tuoi clienti, dovresti scoprire quali sono i tipi di articoli che vengono venduti online. Ne esistono di diverse categorie ma la distinzione più immediata è quella tra articoli fisici e digitali.

Gli articoli fisici possiedono di norma un valore percepito superiore rispetto agli articoli digitali poiché sono stati prodotti "fisicamente" e i clienti possono prenderli in mano. Inoltre, è più difficile realizzare copie illegali di prodotti fisici. Tuttavia, gli articoli fisici comportano un costo maggiore per la vendita, poiché richiedono un magazzino o un'area deposito; inoltre, se sei tu a fabbricare questi articoli, dovrai provvedere all'acquisto dei materiali.

Al contrario, vendere articoli digitali richiede molte meno risorse. Basta produrre l'articolo una volta sola e poi potrai rivenderlo all'infinito. Se decidi di vendere articoli digitali, non dovrai fare i conti con problematiche legate alla consegna e non dovrai nemmeno preoccuparti di questioni legate alla catena di approvvigionamento. Se il tuo cliente acquista un articolo digitale, lo riceverà istantaneamente.

D'altra parte, è più facile fabbricare copie contraffatte di articoli digitali e poi rivenderle, e la probabilità di ricevere richieste di rimborso è maggiore rispetto agli articoli fisici.

Inoltre, puoi assegnare una categoria agli articoli in base a ciò che rappresentano per i clienti. In altri termini, devi chiederti: perché le persone vogliono acquistare un determinato articolo? Esistono alcune ragioni.

  • L'articolo soddisfa un'esigenza immediata e quantificabile: il cliente lo ricerca in reazione a dei problemi che deve affrontare. Questo rappresenta il miglior tipo di articoli da vendere. Gli articoli di questo tipo si vendono facilmente e sono sempre apprezzati dai clienti. Rispondono al problema in modo chiaro e riscontrabile.

  • L'articolo è come una vitamina: serve per far fronte a un'esigenza emotiva e sicuramente offre vantaggi nel lungo periodo, ma è difficile quantificarli. Gli articoli "vitamina" correttamente commercializzati soddisferanno dei bisogni psicologici del cliente.

  • L'articolo è un "qualcosa da avere". Non risponde realmente a un'esigenza né possiede benefici intrinseci, ma è bello per altri motivi. Questi articoli apportano un piacere immediato e se diventano di moda possono essere molto redditizi. Tuttavia, questo implica che spesso possiedono valore solo per un breve periodo di tempo, prima che tutti se ne dimentichino.

Prima di illustrarti come trovare articoli da vendere online, ecco alcuni principi basilari da tenere a mente, validi per qualsiasi prodotto tu scelga.

  • Sii originale: la tua attività avrà sempre più successo se gli articoli che vendi sono originali e non copie di articoli già esistenti.

  • Offri i prezzi giusti: generalmente, il prezzo migliore per un articolo nuovo è compreso tra 15 € e 100 €. Tra questi due estremi esiste un ampio intervallo di scelta, ma la cosa più importante da tenere a mente è che offrire articoli a prezzi più bassi ti permetterà di ottenere un profitto più lentamente, mentre gli articoli più costosi sono più difficili da vendere.

  • In generale, evita di vendere articoli stagionali. È difficile vendere questi articoli regolarmente se i clienti li utilizzano esclusivamente in determinato un periodo dell'anno.

  • Cerca di vendere articoli che non siano troppo fragili né troppo voluminosi. In questo modo, è meno probabile che si rompano durante il trasporto e danneggino i tuoi guadagni. Gli articoli di piccole dimensioni semplificheranno inoltre lo stoccaggio e la spedizione.

  • Personalizza i tuoi articoli: mettendo a disposizione dei clienti diverse versioni di un articolo potrai rendere il tuo negozio unico nel suo genere.

  • Se possibile, vendi articoli che abbiano un collegamento l'uno con l'altro. Gli articoli creati per essere abbinati ad altri articoli si vendono più facilmente. Se vendi insieme un bagnoschiuma e una spugna, è probabile che entrambi verranno acquistati insieme dal momento che il primo si abbina al secondo.

Trovare la propria nicchia

Ora che conosci qualche aspetto in più sulle tipologie di prodotti che puoi vendere, come riuscirai a trovare l'articolo specifico che vuoi offrire? Trova prima la tua nicchia. Quella giusta di permetterà di occupare uno spazio vuoto, o quasi vuoto, nel mercato.

Alcuni passaggi possono aiutarti a individuare una nicchia che non sia solo redditizia, ma anche accattivante per te. È importante riuscire a vendere un articolo che ti appassiona o in cui almeno tu creda, perché vendere online rappresenta un impegno e quell'impegno deve continuare a destare il tuo interesse.

Riuscire a trovare la propria nicchia è tutta questione di ricerca. Lasciati ispirare andando a spulciare in tutte le piattaforme su cui le persone acquistano o parlano degli articoli: Amazon, eBay, i gruppi su Facebook o i forum su Reddit (subreddit). Individua ciò che piace e a chi piace.

Ricerca le parole chiave per gli articoli

Dopo esserti fatto un'idea sugli articoli che vuoi vendere, scopri se questa idea piace alla gente e se c'è chi la sta già mettendo in pratica. È qui che entra in gioco la ricerca delle parole chiave. Prendi nota di quali sono i termini di ricerca di Google che suscitano il maggior interesse e se qualcun altro sta già utilizzando questi termini.

Esistono moltissimi strumenti gratuiti di ricerca delle parole chiave. Uno di questi è Google Keyword Planner, che ti comunica quante sono le persone che cercano le parole chiave che hai inserito, oltre alla concorrenza generata da altri siti web. Puoi usare questi risultati per affinare ciò che venderai.

Individuare una parola chiave associata a centinaia di migliaia di risultati di ricerca potrebbe indurti a terminare subito la tua ricerca, eppure le parole chiave con volumi di ricerca elevati implicano anche una maggiore concorrenza. Il perfetto compromesso è utilizzare una parola chiave più specifica, detta anche "long tail", per avere minore concorrenza e maggiori opportunità di conquistare la tua nicchia.

Ad esempio, la parola chiave "cibo per gatti" può restituire molti risultati, ma questi risultati potrebbero già puntare verso marchi molto più importanti del tuo. Puoi quindi restringere il campo, passando da "cibo per gatti" a "cibo biologico per gatti" o "cibo per gatti biologico che fa bene al cuore", e così via. Tuttavia, presta attenzione a non entrare troppo nello specifico, altrimenti potresti non ottenere alcun risultato di ricerca.

Affronta le criticità del cliente

Come puoi garantire che le tue parole chiave siano specifiche e allo stesso tempo rilevanti? Per risolvere questo problema, affronta le criticità del cliente e soddisfale con il tuo articolo. Affrontando le criticità, il tuo articolo si trasforma in un prodotto in grado di soddisfare un'esigenza immediata del tuo pubblico: è questo il miglior genere di articoli da vendere. Ma come riuscire a trovarli?

Affidati allo stesso tipo di ricerca che hai effettuato per identificare gli articoli più interessanti da vendere. In questo caso, però, presta attenzione anche ai lati negativi. Leggi le revisioni degli articoli sui siti come Amazon per individuare le problematiche che i clienti si trovano ad affrontare con questi articoli. Tieni presente che una criticità non deve essere per forza associata a una caratteristica concreta: può essere mentale o emotiva.

Dopo che avrai identificato i maggiori problemi che i clienti si trovano ad affrontare, inserisci le soluzioni all'interno delle parole chiave che hai usato. Ad esempio, se i clienti si lamentano che un determinato articolo non è impermeabile, evidenzia il fatto che la versione del tuo prodotto è impermeabile, in modo che i clienti possano trovare il tuo articolo attraverso la loro ricerca.

Un altro motivo per fare leva sulle criticità è che scoprendo ciò che ai clienti non piace degli articoli attualmente disponibili potrai ottenere informazioni più approfondite sulla nicchia in cui ti sei inserito.

Fai leva sulla passione

Un'altra interessante modalità per creare la tua nicchia è rivolgersi alle persone appassionate di un certo articolo o con un hobby. I clienti di questo tipo sono inclini a spendere di più e in genere propendono maggiormente per marchi o rivenditori particolari. Convincili che il tuo articolo è il migliore disponibile sul mercato e otterrai un bacino di clienti dedicato.

Fare appello alla passione non deve riguardare solo i clienti. Se hai passione per l'articolo che offri, questo può rivelarsi un aiuto enorme per la sua vendita: potrai infatti rivolgerti al tuo pubblico con empatia invece che come un semplice venditore.

Sfrutta le tendenze

Un altro terreno fertile per la nascita della tua nicchia è quello degli articoli di tendenza. Gli articoli di tendenza sono in genere gli ultimi arrivi e sono capaci di generare molto clamore. Se riesci a individuare una tendenza prima degli altri, la tua attività potrà ricavarne un grande beneficio.

Scoprire le ultime tendenze ora è più facile che mai grazie a internet e agli innumerevoli strumenti digitali di marketing disponibili. Ecco alcuni accorgimenti che puoi utilizzare per tenere sotto controllo i nuovi trend:

  • Ascolto sui social media: monitora Twitter, Facebook, Instagram e gli altri social media per vedere quali sono gli hashtag e gli articoli di tendenza. Sfoglia personalmente questi siti oppure configura uno strumento di ascolto sui social media che lo faccia al posto tuo.

  • Google Trends: analogamente alle piattaforme dei social media, puoi usare Google per tenere traccia delle tendenze. Monitorando i risultati di ricerca, riuscirai a notare eventuali picchi di interesse.

  • Trend Hunter: si tratta di una delle più ampie community sulle tendenze presenti su Internet con una combinazione di dati, intelligenza artificiale e testimonianze dei clienti usata per individuare i trend all'interno del mercato.

  • Reddit: si autodefinisce "la prima pagina di Internet" e vanta un subreddit per praticamente qualsiasi argomento esistente. Le discussioni spesso entrano molto nel dettaglio, quindi potrai trovare molte informazioni interessanti.

  • Puoi individuare le nuove tendenze cercando gli articoli più venduti su siti come Amazon ed Etsy. Sfoglia gli articoli per categoria o cerca tra vari elenchi come "i più venduti", "i più desiderati" e "i più popolari".

Quando sei alla ricerca di nuovi trend, non confonderli con le tendenze lampo. Una tendenza lampo o moda passeggera si basa unicamente sul senso di novità o su uno stratagemma particolare, e non dura nel tempo. Offrono ottime opportunità di guadagno mentre sono in voga ma, una volta diventate fuori moda, sarai costretto a cercare altre fonti di guadagno.

Al contrario, una tendenza resterà in voga più a lungo perché le tendenze soddisfano esigenze esistenti in modi nuovi. E qui si ritorna al discorso dell'affrontare le criticità del cliente: un articolo di tendenza soddisferà le aspettative del cliente risolvendo i problemi che riscontra.

Non vendere un semplice articolo

Se desideri che la vendita online dei tuoi articoli lasci il segno, offri di più ai tuoi clienti. Ad esempio, proponi un servizio insieme al tuo articolo. Offrendo entrambi, puoi guadagnare denaro in due modi diversi.

Ecco alcuni esempi di servizi che puoi proporre come integrazione ai tuoi articoli:

  • Un servizio di affilatura associato ai coltelli che vendi

  • Un servizio di design degli interni oltre alla vendita di oggetti d'arte

  • Vendita di mobili e servizio di trasloco aggiuntivo

Vendendo sia servizi che articoli, puoi passare da negozio a organizzazione. Più i clienti si affidano a te, maggiore sarà il potenziale della tua attività.

Come ottenere quello che vuoi vendere online

Ora che conosci le migliori tipologie di articoli da vendere e sai come prendere decisioni su cosa vendere online, l'ultima questione riguarda dove acquistare fisicamente i prodotti. Ci sono diversi modi per procurarsi ciò che vuoi vendere.

Fabbrica il tuo articolo

Creare i tuoi articoli tu stesso è l'ideale se intendi vendere oggetti correlati a un hobby. Se scegli questa modalità per procurarti gli articoli da vendere, dovrai considerare le spese da sostenere per l'acquisto dei materiali.

Fabbricare da sé gli articoli da vendere può anche rappresentare una sfida se, e si spera quando, deciderai di ingrandire la tua attività. Con la crescita della tua attività, avrai bisogno di più personale in modo da produrre abbastanza per soddisfare l'aumento delle richieste.

Analogamente alla produzione in proprio dei tuoi articoli, puoi anche farli fabbricare a qualcun altro. Questo implica la cessione a terzi del lavoro di produzione degli articoli. Se ti preoccupano i prezzi, la scelta dell'azienda esterna di norma cadrà su realtà situate in Cina, Taiwan o India. Assicurati, però, di trovare un appaltatore affidabile.

Acquistare articoli all'ingrosso

Se il tuo obiettivo riguarda la vendita e non la produzione in proprio, l'acquisto all'ingrosso è una buona soluzione. Esistono innumerevoli marchi e società in grado di procurarti gli articoli necessari e tu potrai concentrarti unicamente sul lato commerciale del tuo negozio online.

Nonostante gli acquisti all'ingrosso siano un ottimo modo per trovare articoli da vendere online, il fatto che molti altri negozi lo stiano già facendo significa che dovrai affrontare la concorrenza. Dovrai inoltre trovare un modo per gestire le merci acquistate, di solito attraverso un magazzino o un altro tipo di deposito.

Consegna diretta dal produttore

Affinché la tecnica della consegna diretta dal produttore funzioni, è necessario che vi siano due parti: un venditore e un partner.

In qualità di titolare dell'attività, tu operi come venditore. Ricevi gli ordini e li trasmetti al tuo partner. Il tuo partner si occupa di tutto quello che riguarda gli articoli, dalla spedizione allo stoccaggio, dal confezionamento alla consegna. Il tuo guadagno deriva dalla differenza tra il costo degli articoli, che include le spese di spedizione e gestione oltre al costo all'ingrosso dell'articolo, e i prezzi esposti nel tuo negozio.

Non tutte le attività vendono articoli tramite consegna diretta dal produttore, ma molti lo fanno. Tra il 20 e il 30% dei rivenditori online ricorre a questa metodologia, tra cui gruppi di grandi dimensioni come Amazon. La consegna diretta ti permette di vendere una vastissima linea di articoli come acquistando all'ingrosso. Con la consegna diretta, tuttavia, non hai alcuna spesa salvo quando ricevi un ordine.

La consegna diretta è il modo più semplice per i negozi online emergenti per consolidarsi. Non è necessario padroneggiare alcun aspetto tecnico legato alla gestione di un'attività, ma solo il marketing. Puoi individuare le attività con cui collaborare contattandole direttamente o usando un intermediario.

Confezionamento

Iniziare a vendere online significa riuscire a scovare gli articoli giusti e la chiave per decidere quali articoli vendere è identificare la tua nicchia. È fondamentale effettuare una ricerca sugli articoli e sul pubblico e monitorare social media e forum in cui le persone parlano degli articoli che utilizzano.

Puoi vendere un ampio assortimento di articoli: grandi, piccoli, digitali, fisici, beni essenziali o di lusso. Hai diverse opzioni per procurarti gli articoli e il metodo che sceglierai dipenderà in larga parte dagli stessi articoli che deciderai di vendere.

Ad esempio, se sei un venditore di mobili, la consegna diretta dal produttore probabilmente sarà la scelta più congeniale, poiché più gli articoli sono grandi e fragili, più sarà difficile farli spedire in maniera appropriata. Prodotti più piccoli e meno costosi sono più facili da acquistare all'ingrosso.

Se il tuo articolo è un oggetto che fa leva sulle passioni di una persona, allora prendi in considerazione di fabbricarlo tu stesso o farlo fabbricare da altri. I clienti che acquistano in base al sentimento sono solitamente esigenti, ricercano prodotti specifici e sanno apprezzare la qualità artigianale dei prodotti. Questa è una buona opportunità per sottolineare la maestria e l'anima che si celano nel tuo articolo.

Quando sei alla ricerca di articoli da vendere online, ricorda che, nella migliore delle ipotesi, andrai a risolvere un problema nella nicchia di tua scelta. Se riuscirai in questo intento, individuare il tuo mercato diventerà molto più facile. Dopo che avrai identificato il tuo articolo, ti mancheranno pochi e brevi passaggi per configurare un negozio e conquistare i tuoi primi clienti online.

Max Elias