One of the best ways to get customers into your online store is through search engine optimisation, also known as SEO.

Come creare un piano aziendale per un sito e-commerce

Durante la pandemia di coronavirus, l'e-commerce ha ampiamente dimostrato il proprio valore. Non potendosi recare nei punti vendita per effettuare acquisti, i clienti hanno iniziato a esplorare la rete. Gli attuali dati indicano che lo scorso anno il 65% delle persone tra i 16 e i 74 anni residenti nell'UE ha acquistato online.

Tuttavia, sebbene la pandemia di COVID-19 abbia dato maggiore visibilità alla tendenza verso gli acquisti in rete, il settore dell'e-commerce è di per sé in fase di crescita. Il mercato dell'e-commerce è aumentato di quasi 95 miliardi di euro negli ultimi due anni e si prevede che continuerà ad espandersi in modo costante. Entro il 2023, l'e-commerce rappresenterà il 23% delle vendite al dettaglio totali.

I due paesi che hanno visto la massima espansione dell'e-commerce sono il Regno Unito e la Germania. Nel Regno Unito, quasi 9 persone su 10 fanno acquisti online e la situazione in Germania non è molto diversa. L'Italia e la Spagna raggiungeranno presumibilmente la quota indicativa di 40 milioni di clienti e-commerce ognuna entro il 2024.

Il numero di utenti e le entrate generate non sono le uniche ragioni che rendono l'e-commerce un settore interessante in cui inserirsi. I costi di apertura e di gestione di un'attività online sono decisamente inferiori rispetto a quelli di un'azienda con strutture fisiche. Ti serviranno solo tre cose:

  • Il tuo computer

  • Un dominio, che puoi acquistare indicativamente per soli 10 €

  • Uno strumento per la creazione di siti web o qualcuno che progetti il sito per te (a seconda di quello che pensi sia il percorso più adatto per la tua attività)

Inoltre, non ci sono i costi di gestione che comporta un'azienda fisica. In un punto vendita fisico devi pagare l'affitto, accertarti che le luci restino accese e chiamare un idraulico se si rompe un tubo. Il massimo che dovrai fare con un negozio online sarà correggere qualche bug.

Se gestisci un'attività online non avrai un orario d'ufficio. Un sito non ha un orario di chiusura e questo significa che potrai vendere ai tuoi clienti 24 ore su 24. E potrai farlo ovunque tu sia, dato che tutto ciò che serve ai tuoi clienti per accedere al tuo negozio è una connessione internet.

Vendere online è una tendenza in crescita che offre numerosi vantaggi, esclusivi per questo tipo di modello. Abbiamo raccolto per te i motivi per cui dovresti portare online la tua attività. Dai un'occhiata ai passaggi necessari per aprirla.

Trova la tua nicchia

La tua nicchia si riferisce agli articoli che offrirai e il pubblico a cui vuoi rivolgerti. Individuare la tua clientela di destinazione significa rispondere ad alcune domande importanti:

  • Quali problemi devono affrontare i tuoi potenziali clienti e in che modo gli articoli che offri possono risolverli?

  • Quanto sono disposti a pagare i clienti per la tua soluzione?

  • La tua soluzione ha una caratteristica peculiare non disponibile da qualche altra parte?

Il modo per rispondere a queste domande è svolgere un'indagine di mercato. Un'indagine di mercato prevede la ricerca di informazioni demografiche come l'età dei tuoi clienti, il loro reddito, livello di istruzione, posizione geografica, abitudini di navigazione e social media e l'analisi delle recensioni dei clienti, per scoprire che cosa apprezzano maggiormente.

Puoi facilmente trovare i dati sui clienti utilizzando piattaforme come Business Manager di Facebook che ti consentono di restringere il tuo pubblico permettendoti di filtrarlo in base a specifici dati demografici come livello di istruzione, età, etnia, luogo e molto altro, selezionando i singoli criteri o abbinandoli. Puoi anche scoprire quali pagine e marchi piacciono al tuo pubblico per farti un'idea delle loro preferenze.

Quando pensi al modo in cui proporre il tuo articolo ai clienti, presta attenzione alle parole chiave più utilizzate. È buona norma cercare qualsiasi termine e abbinamento di termini collegati al tuo articolo, da quelli più generici fino a quelli più specifici, per verificare quali portano il maggior numero di risultati e quali producono risultati più pertinenti alla ricerca effettuata.

Un modo semplice per farlo è utilizzare strumenti di ricerca delle parole chiave come Google Trends o lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google, entrambi gratuiti.

Non dovresti fare soltanto una ricerca di mercato sul tuo pubblico, ma anche sulla tua concorrenza. Ecco le informazioni che potrebbero esserti utili:

  • Quali altre aziende sono presenti nella tua nicchia?

  • Quali prezzi offrono per articoli simili?

  • Quali sono i punti deboli e quelli di forza dei loro articoli?

  • Quali sono i problemi dei clienti che i concorrenti cercano di risolvere?

  • Quali sono i dati demografici della clientela che servono?

Capire il modo in cui si muovono i tuoi concorrenti ti permetterà di distinguerti e presentarti con argomentazioni di vendita più convincenti per spingerli a scegliere te rispetto a un'altra azienda. Inoltre, analizzando la concorrenza puoi determinare aspetti logistici come i prezzi da applicare, quanto ampio dovrà essere il tuo assortimento e se vale la pena offrire piani di abbonamento per i tuoi articoli.

Rendilo ufficiale

Il fatto che la tua attività sia online non significa che tutti possono creare un sito web e definirlo un'azienda. I potenziali imprenditori devono rispettare leggi e normative e ottenere licenze commerciali, esattamente come accade per un'attività fisica.

Le disposizioni generali dell'Unione europea per le attività che operano nel campo dell'e-commerce sono disponibili qui, sebbene ci possano essere anche altri criteri da rispettare in base al paese in cui risiedi.

In generale, l'UE dispone di alcune raccomandazioni generali e prassi standard per ottenere una licenza commerciale (anche come imprenditore individuale o libero professionista) che incoraggia tutti gli stati membri ad adottare. Inoltre, raccoglie tutte le informazioni sulle autorità competenti da contattare nei singoli paesi per ottenere assistenza per l'apertura di un'attività. In questo modo, non dovrai procurarti tutti i documenti da solo.

L'UE offre addirittura agli imprenditori delle possibilità di ottenere finanziamenti. Esistono numerosi fondi dell'UE per aiutare e sostenere gli imprenditori e le start-up e molti siti su cui è possibile entrare in contatto con potenziali investitori, sia in Italia che all'estero.

Creare il tuo Negozio Online

Ora che hai individuato gli articoli da vendere e i clienti a cui proporli (e hai adempiuto a tutti i requisiti legali per la tua attività) puoi aprire il tuo negozio. Per farlo, hai a disposizione diverse possibilità. Potresti:

  • Utilizzare una piattaforma di e-commerce: ne esistono centinaia

  • Rivolgerti a uno sviluppatore che crei il sito per te

  • Costruire da solo il sito

Ognuna di queste soluzioni può essere adatta a te per ragioni diverse. Costruire da solo il tuo negozio online sarebbe la soluzione ideale per realizzarlo esattamente come lo immagini, decidendo con la massima libertà qualsiasi cosa, dallo schema dei colori alla disposizione degli articoli, fino alla scelta dei caratteri. In questo caso, però, è necessario che tu abbia competenze di web design: se non ne hai, considerando il tempo che dovrai investire per acquisirle, probabilmente non ne vale la pena.

La seconda possibilità è affidare l'incarico a uno sviluppatore. In questo modo potrai comunicare le tue aspettative nel modo più chiaro possibile e ottenere il sito web che hai in mente anche se non hai alcuna nozione di web design. Il rovescio della medaglia è che ogni sviluppatore scrive i codici in maniera personale e, se in futuro si dovesse verificare un problema, un altro sviluppatore potrebbe non riuscire a risolverlo.

L'ultima opzione, e quella scelta dalla maggior parte delle persone, è affidarsi a una piattaforma di e-commerce. Queste piattaforme sono facili da utilizzare, intuitive e contengono diverse funzionalità e opzioni per aiutarti a tenere sempre tutto sotto controllo.

Molte delle piattaforme di e-commerce più popolari sono disponibili gratuitamente oppure a prezzi relativamente abbordabili.

In ogni caso, qualsiasi sia la soluzione che scegli, ci sono alcuni elementi di base che non possono mancare in un negozio online:

  • Accessibilità: i visitatori non devono faticare per trovare sul tuo sito quello che stanno cercando. A questo fine, un semplice sfondo bianco con caratteri neri è la soluzione migliore. Inoltre, ti consigliamo di evitare scelte bizzarre come, ad esempio, le scritte in corsivo. Una configurazione lineare aiuta i clienti a navigare all'interno del tuo negozio in modo più naturale, anziché doversi costantemente spostare da un lato all'altro per ottenere ogni volta solo informazioni parziali.

  • Intuitività: i clienti dovrebbero riuscire in modo semplice e veloce a trovare i tuoi articoli e a scegliere ciò che vogliono, a pagare o a reperire informazioni come la tua pagina di contatto.

  • Articoli: ovviamente, il fulcro del tuo negozio online sono i tuoi articoli o servizi. Fornisci ai tuoi clienti informazioni dettagliate su prezzi, metodi di spedizione e sugli usi e i pregi dei tuoi articoli. Le descrizioni dei tuoi articoli devono essere orientate agli eventuali dubbi dei tuoi clienti e spiegare in che modo possono risolvere i loro problemi.

Una volta che il tuo negozio online è attivo, verifica che tutto funzioni a dovere. Le pagine devono poter essere visualizzate correttamente su tutte le piattaforme, i pulsanti devono reindirizzare ai percorsi corretti e il negozio deve essere compatibile con i vari browser.

Spargi la voce

È inutile avere un negozio online se nessuno ne conosce l'esistenza. Ti ricordi tutti quei clienti su cui hai fatto le ricerche di mercato? È il momento di far loro sapere ora esisti anche tu. Innanzitutto dovresti avvisare tutti i tuoi clienti, se ne hai, che il tuo negozio online ora è attivo.

Se frequenti i social media, puoi trovare nuovi clienti osservando cosa seguono le persone e indirizzando verso di loro i tuoi annunci pubblicitari. Facebook e Instagram ti consentono di creare annunci mirati in base ai siti visitati dai tuoi clienti.

Puoi utilizzare Business Manager di Facebook per capire quale sia il modo migliore di strutturare la tua pubblicità e il pubblico di destinazione ideale. Su Instagram, puoi servirti delle storie e di Instagram Pubblicato per realizzare demo dei tuoi articoli che i tuoi clienti possono visualizzare in modo da farsi un'idea di come potrebbero utilizzarli.

Sebbene Facebook e Instagram siano le due principali piattaforme per promuovere il tuo negozio, è sempre una buona idea distribuire la pubblicità su tutti i social media più frequentati. Twitter è un altro social molto amato. Su Twitter, cerca di ottenere il maggior numero di follower seguendo gli account rilevanti per la tua attività e partecipando a tutte le conversazioni possibili per aumentare la visibilità.

Non sottovalutare il potere dell'email marketing. Puoi creare una mailing list raccogliendo gli indirizzi email dei visitatori sul tuo sito (utilizzando un pulsante di iscrizione) e quindi realizzare una newsletter per informare i clienti di promozioni, offrire sconti oppure inviare proposte personalizzate. L'email marketing è un modo economico e semplice di aumentare la fidelizzazione dei clienti.

Ora che conosci i passaggi necessari ad avviare un negozio online di successo, che cosa ti ferma? Creare la propria presenza online non è mai stato così facile, sia che tu voglia integrare il tuo negozio fisico con un sito web oppure gestire la tua attività per intero dal computer. Ottieni il massimo dalla presenza sul web oggi stesso.

Vuoi creare un negozio online gratuito con SumUp? Crea subito un profilo per iniziare.

Inizia ora

Max Elias